Con le navi Msc Crociere 220mila turisti in un anno

E nel 2008 salperà da Genova il colosso del mare: la «Fantasia» che ospiterà fino a 3900 passeggeri

Francesco Gambaro

Salperà da Genova, nel 2008, la nave più grande mai costruita per una compagnia di crociere italiana: Msc Fantasia un colosso di 133.500 tonnellate di stazza, lungo 333 metri e largo 38, capace di ospitare fino a 3900 passeggeri e 1300 membri d'equipaggio. L'ultimo gioiello di Msc Crociere attualmente è in costruzione presso i Chantiers de L'Atlantique e sarà seguita nel giro di un anno dalla «gemella» Msc Serenata: due navi destinate a diventare entro pochi anni le più grandi d'Europa che verranno «battezzate» nel porto di Genova. Si consolida così il legame tra Msc Crociere, compagnia a capitale unicamente italiano, e il capoluogo ligure, sempre più home port delle crociere invernali nel Mediterraneo.
A sollevare i veli sulle future strategie di Msc, ci ha pensato ieri il direttore generale della compagnia crocieristica Domenico Pellegrino, a bordo di Msc Sinfonia. «Siamo davvero orgogliosi di poter contribuire allo sviluppo di questa città, che ci consentirà di portare a Genova le nostre navi più importanti e le più grandi mai costruite da un armatore italiano», scandisce Pellegrino mentre consegna al sindaco Giuseppe Pericu e al presidente dell'Autorità portuale Giovanni Novi un riconoscimento della compagnia. Attualmente la flotta Msc è composta da 7 unità destinate a salire a 11 entro il 2010 con un investimento di oltre 1 miliardo di euro. Se quest'anno nel porto di Genova hanno attraccato cinque delle sette navi della compagnia (Msc Lirica, Msc Sinfonia, Msc Melody, Msc Monterey, Msc Rhapsody) con 112 scali e 175 mila crocieristi, nel 2006 si stima che i passeggeri saliranno a 220 mila con una crescita del 26 per cento.
Numeri importanti destinati a consolidare il matrimonio tra Genova e Msc Crociere. Come sottolinea anche Pericu: «Msc ha saputo comprendere pienamente l'importanza strategica dello scalo genovese come luogo privilegiato per le rotte nel Mediterraneo e transatlantiche». A partire da quest'anno, infatti, la compagnia di Gianluigi Aponte posizionerà una delle sue navi nel Mediterraneo anche nei mesi invernali: Msc Sinfonia trascorrerà l'inverno nel Mare Nostrum con crociere di 11 e 12 notti. Mentre a giugno 2006 è confermato il varo di Msc Musica, nel 2007 Msc Orchestra. Giovanni Novi non nasconde la sua soddisfazione: «Msc si conferma come il più importante cliente del nostro terminal crociere». Non basta: «Come autorità portuale stiamo da tempo lavorando per potenziare le nostre strutture. Tra una decina di giorni inaugureremo Ponte Colombo, entro due anni Ponte Parodi». L'idea (il sogno?) del presidente Novi è di «dedicare un terminal a ogni armatore». E chissà che anche Costa non decida di tornare a Genova.