Navigare tra Mosca e San Pietroburgo

Avete mai sentito parlare di una chiesa in legno costruita senza neanche un chiodo? O di una città che sembra una miniatura di San Pietroburgo? Sono alcuni dei protagonisti di questo viaggio nella Russia interna. Una crociera di 1400 chilometri da Mosca a San Pietroburgo (o viceversa) sul fiume Volga, il più lungo d'Europa. Piccolo inciso: il Volga copre gran parte del tragitto, in realtà si naviga anche fra laghi, canali artificiali e decine di chiuse, per colmare i 162 metri di dislivello fra la nuova e la vecchia capitale. Partendo da Mosca: tappa a Ouglitch, con la Cattedrale della Trasfigurazione del 1713 e la chiesa eretta in onore di Dimitri, il piccolo principe assassinato nel 1591 per impedirgli di diventare zar. Jaroslavl, più avanti, è stata in parte ricostruita da Caterina la Grande sul modello di grandeur di San Pietroburgo. Poi arrivano il Monastero ortodosso di San Cirillo a Goritzy, sul lago Bianco, dove gli zar venivano a pescare. E l'isola di Kiji, con le chiese che l'Unesco ha dichiarato Patrimonio dell'Umanità. Cupole a cipolla, una spettacolare iconostasi del Settecento, pareti in quercia, betulla e tiglio incastonate l'una nell'altra, senza neanche un chiodo. L'ultimo, grande monumento di questa crociera nordica, prima della città dello zar Pietro. Con Giver (www.giverviaggi.com): crociere di 11 giorni da 1310 euro compreso il volo.