Navigazione Proposta ligure per un nuovo codice

Rivoluzionare l’impianto del codice della navigazione che risale al 1942 ed è ormai obsoleto. È l’obiettivo di un disegno di legge presentato da due parlamentari liguri del Pdl, il senatore Enrico Musso e il deputato Roberto Cassinelli, per delegare il Governo a varare entro un anno la riforma attraverso un decreto legislativo. L’iniziativa nasce dalla considerazione che sono cambiate le tecniche e l’economia del trasporto marittimo mentre il codice è rimasto inchiodato alla realtà economica di 66 anni fa. Inoltre, se le parti del codice relative alla disciplina portuale ed alla navigazione aerea sono state rivisitate nel 1994 e nel 2006, nulla è stato fatto per adeguare ai nuovi tempi e alle nuove esigenze il resto della normativa. La riforma, spiegano Musso e Cassinelli, dovrà inoltre tenere conto dei regolamenti internazionali.
Oggi si riunirà il comitato ristretto della commissione trasporti del Senato, presieduto da Luigi Grillo. Sulla materia, sono stati presentati tre disegni di legge, due della maggioranza e uno dell’opposizione.