La Nba ai piedi di re Duncan

San Antonio. Gli Spurs sono di nuovo campioni. Dopo la vittoria dei Detroit Pistons nella scorsa stagione, i texani ottengono il terzo titolo in sette stagioni - dopo i trionfi nel 1999 e 2003 - aggiudicandosi la finale proprio contro i detentori del titolo.
Gara 7 è stata equilibrata, come le precedenti. L’81-74 è frutto di un ultimo quarto giocato a livelli altissimi dal quintetto di Gregg Popovich. Gli «speroni» hanno avuto un contributo decisivo dall’Mvp della finale Tim Duncan (25 punti, 11 rimbalzi) e dall’argentino Manu Ginobili. Il fuoriclasse di Bahia Blanca ha gestito alla perfezione i possessi decisivi e si è preso la responsabilità di andare al tiro, segnando 6 punti negli ultimi 35”.
Detroit esce dal campo battuta per un pelo. I Pistons, grazie alle giocate difensive di Ben Wallace, hanno chiuso in parità il terzo quarto. E se l’ala grande Rasheed Wallace non si fosse caricato subito di falli, giocando solo 28’, forse la finale avrebbe avuto un’altra storia.

Annunci

Altri articoli