Nba, per Gallinari debutto flop ma Denver vince lo stesso

Danilo subito titolare con la nuova maglia: in campo quasi 20 minuti mette a segno solo un canestro. I Nuggets superano ugualmente i Boston Celtics 89-75

Due punti e una vittoria di prestigio al debutto. Danilo Gallinari esordisce con la maglia di Denver nel successo casalingo per 89-75 sui Boston Celtics. L'ala italiana, appena ceduta dai New York Knicks, si ritrova subito in quintetto con la nuova casacca nel ruolo occupato fino a poche sere fa da Carmelo Anthony. Gallinari gioca 19'34" da titolare nei quali non brilla per precisione. Solo 1/6 dal campo (0/3 da 3 punti), ma tanto lavoro per la squadra, come dimostrano i 4 rimbalzi, i 2 recuperi e le 2 stoppate. Denver sta ricostruendo il team dopo la cessione di Anthony e Chauncey Billups, spediti nella Grande Mela. La formazione di coach George Karl, al secondo successo consecutivo dopo la maxi-trattativa con i Knicks, si appoggia alla vecchia guardia formata da Kenyon Martin (18 punti e 10 rimbalzi), Arron Affalo (13 punti) e Nenè (12 punti e 10 rimbalzi).
Tra i volti nuovi brilla soprattutto Wilson Chandler, capace di griffare 16 punti e 5 rimbalzi in 25'. I Nuggets, che hanno un record di 34-25, esibiscono un'ottima difesa nel quarto periodo, quando concedono solo 15 punti ai Celtics, condizionati dalle trattative completate al fotofinish. Boston (41-15) nelle ultime ore di mercato cede il centro Kendrick Perkins e la guardia Nate Robinson a Oklahoma City, da cui arrivano l'ala Jeff Green e il centro Nenad Krstic.