Nba, l’Italia divisa tra Kobe e Lebron

New YorkI Cleveland Cavaliers sono la squadra del momento, i Lakers quella da battere. Sarebbe bello aggiungerci il nome dei Boston Celtics, ma i campioni in carica Nba sono alle prese con la tendinite al ginocchio che ha tolto dai giochi, almeno per ora, Kevin Garnett. Senza l'uomo spirito della vittoria della scorsa stagione cambiano le gerarchie dei play-off Nba che, puntuali, sono cominciati nel fine settimana.
Gli amanti del pronostico si sfregano già le mani per vedere Kobe Bryant contro LeBron James in una serie finale mozzafiato che sa tanto di rivincita al titolo di Mvp della stagione oramai nelle mani del numero 23 di Cleveland, nel mezzo, attenzione a delle outsider di lusso come Dallas a ovest, Orlando, Philadelphia permettendo, ad est.
A ovest l'assenza di Manu Ginobili non sembra lasciare molta speranza ai San Antonio Spurs, anche se tra il dire e il fare, occhio a Denver e New Orleans: chi vince potrebbe anche riscoprire una nuova vita. Meno equilibrio a est dove Cleveland corre da sola e Boston, alla faccia dei romantici, non è più quella di una volta. Orlando? Troppo acerba per vincere una finale di conference.