«Neanche una riga sui giornali locali»

La stampa cubana, secondo quanto hanno riferito ieri al rientro a Roma dall’Avana alcuni turisti italiani, non avrebbe dato notizia del fermo di giornalisti, tra cui l’inviato del Corriere della Sera, Francesco Battistini, e dell’espulsione di cinque europarlamentari arrivati a Cuba per seguire la riunione della dissidenza. «Quanto accaduto - ha detto Marco Dal Zotto, giunto a Fiumicino con un volo di linea della Cubana de Aviacion - l’abbiamo appreso leggendo i quotidiani italiani distribuiti a bordo dell’aereo partito alle 22 di venerdì (ora locale, le 4 in Italia) dall’Avana per Roma. Al contrario ampio risalto è stato dato alla manifestazione per l’arresto a Miami del terrorista anticastrista, Luis Posada Carriles». Un invito al sindaco di Firenze Leonardo Domenici affinché ripensi la politica di collaborazione del Comune con Cuba è stato rivolto, con una nota, da Paolo Amato, capogruppo di Forza Italia in Palazzo Vecchio. «La vicenda - si legge nella nota - ripropone il problema dell’assenza di libertà e democrazia a Cuba, ma ripropone anche il problema della ignavia della sinistra italiana che continua a coprire e a sostenere finanziariamente il regime dittatoriale castrista attraverso gli strumenti della cooperazione internazionale messi in piedi dagli enti locali».