Nebbia a Ciampino, arrivi dirottati su Fiumicino

Una decina di voli in partenza cancellati, tredici in arrivo dirottati su Fiucimino. Una mattinata difficile per lo scalo di Ciampino, quella di ieri, a causa della fitta nebbia che ha costretto a chiudere la pista per scarsa visibilità. Tutti i voli in arrivo tra le 7 e il primo pomeriggio, in gran parte delle compagnie Ryan Air e Easy Jet, hanno dovuto puntare il muso sul Leonardo da Vinci, mentre gli aerei in partenza nella stessa fascia oraria sono rimasti a terra. Molti i disagi fino alla riapertura al traffico aereo della pista del secondo scalo romano, avvenuta dopo le 16, quando finalmente la nebbia che gravava sull’aeroporto si è diradata.
La scarsa visibilità ha fatto sentire i suoi effetti anche sul vicino Gra, dove alle 4 della notte a causa di un banco di nebbia 18 veicoli sono rimasti coinvolti in un tamponamento a catena sulla corsia interna del raccordo, all’altezza di Tor Bella Monaca. Nessun ferito grave, ma forti ripercussioni sul traffico fino all’alba: ancora alle sei del mattino le operazioni di recupero dei mezzi incidentati avevano provocato una coda lunga un chilometro.
Il persistere del maltempo e le basse temperature registrate nella capitale hanno convinto Campidoglio e protezione civile a lasciare aperte per la notte quattro stazioni della metropolitana (piazzale Flaminio e piazza Vittorio sulla linea A dalle 22.40 alle 4, Piramide e Ostiense dall’1 alle 4.45), offrendo ai senza tetto alcune ore di riparo contro il freddo. A disposizione anche coperte e pasti caldi, oltre all’assistenza sanitaria garantita dal 118. L’iniziativa, partita ieri sera, si è affiancata ai «bus della solidarietà» in funzione ogni fine settimana, alla tenda di Castel Sant’Angelo e alla Sala operativa sociale, che risponde al numero verde 800440022.