Ned, il pasticciere che resuscita i morti ammazzati

«Pushing Daisies» è una delle novità presentate al Festival dedicato ai telefilm in programma da domani a domenica a Milano

da Milano

Lui è Ned, un gentile, dinoccolato pasticciere che ha il dono di resuscitare i morti. Lei è Chuck, una defunta che Ned ha riportato in vita. Interpretati da Lee Pace e Anna Friel, sono i protagonisti di Pushing Daisies, successo made in Usa che ha debuttato lo scorso autunno sulla Abc, sfiorando i tredici milioni di telespettatori. Un gotico-rosa a base di scenografie surreali degne del cinema dei fratelli Coen ma animate da colori accesi stile cartoon, su cui si snodano trame dolci amare, con un pizzico di romanticismo da film, stile Ghost, e una buona dose di atmosfera da obitorio, sospesa tra Csi e Tru Calling, dove i morti tornavano in vita per chiedere aiuto a una bella anatomopatologa.
Ricapitolando. Basta che Ned sfiori un morto anche solo con un dito per farlo resuscitare. In società con un detective inizia a risolvere casi d'omicidio: sono le stesse vittime a rivelargli il nome del colpevole. Ma il pasticciere non è un dio, e il suo straordinario potere ha dei limiti. Se Ned tocca di nuovo i redivivi, quelli torneranno nell'Oltretomba, per sempre. E meno male: se sopravvivessero più di un minuto, qualcun altro dovrebbe salutare Caronte al loro posto. È il destino dell'impresario di pompe funebri che deve tumulare il corpo di Chuck, buttata in mare durante una crociera da un misterioso assassino. Ma Ned non può lasciarla morire, l'ama da quando erano bambini. Lascia scorrere il minuto con le mani in tasca, e ora Ned e Chuck possono lavorare fianco a fianco per incastrare l'omicida di Chuck. Facendo attenzione a non sfiorarsi nemmeno, in barba ai sentimenti che li legano, pena la nuova dipartita della novella Lazzaro. Insomma, Pushing Daisies (in onda dall'8 ottobre prossimo sul canale del digitale terrestre Mediaset Premium Joi) è un vero inno all'astinenza, in un'America che negli ultimi tempi indugia volentieri tra le lenzuola di eroi ed eroine dei serial, tanto da reclutare persino lo scandaloso Secret Diary of a Call Girl, produzione inglese. Entrambe sono tra le 25 anteprime in programma al Telefilm Festival, da domani a domenica allo Spazio cinema Apollo di Milano, tra amarcord come la prima puntata del tenente Colombo e novità, come il remake di Flash Gordon. Per commentare l'ascesa dei telefilm in Italia e all'estero, domani alle 11 è in programma anche una tavola rotonda, con produttori e direttori di rete, da Marco Bassetti di Endemol ad di Raidue.