Nedved chiude a giugno, Camoranesi costola rotta

Scricchiola la Juve degli irriducibili: il ceko ha annunciato la sua decisione. «Ma voglio vincere la Champions». L'italo argentino fermo almeno 15 giorni: ha anche un problema muscolare. Troppi infortuni ai giocatori della vecchia guardia: è il momento degli addii.

Nedved che se ne va, Camoranesi con una costola fratturata. La vecchia guardia scricchiola, la Juve soffre e continuerà a soffrire fino al ritorno di Champions League. La Signora riapproda in Italia con due notizie: uno dei suoi ragazzi terribili ha annunciato che, a fine stagione, lascerà il calcio. Pavel Nedved, anni 36, otto in bianconero, ha deciso che è giunta l'ora. «Comunque vadano campionato e Champions chiuderò. Non ci saranno ripensamenti». Lo ha detto dopo la sconfitta, dopo la delusione di una partita da cui si aspettava tanto ed, invece, ha respinto la Juve nel limbo degli incompiuti. Nedved non è uno di quelli che si arrende facilmente, tanto meno alla sua passione e alla carriera. Ma il tempo pesa. «Fisicamente e mentalmente è arrivato il momento di mollare», ha spiegato. La Juve non è stata ufficialmente avvertita. «Ma qualcosa avrà capito quando non ho chiesto il rinnovo di un contratto che scade a giugno». Bene, da qui a giugno però Nedved promette fuoco e fiamme, passione e determinazione. «Voglio vincere la Champions». Non sarà facile. Camoranesi ha alzato bandiera bianca per almeno due settimane. Gli esami dicono che si è fratturato la nona costola sinistra: quindici giorni fermo. In più soffre dell'ennesimo problema muscolare: affaticamento alla coscia destra. La vecchia guardia scricchiola. Trezeguet si è appena ripreso, Camoranesi continua a fermarsi, Buffon sta tornando grande dopo tanta assenza, Nedved ha deciso di lasciare a fine stagione. Servirà trovar degno erede: David Silva il più gettonato. E Del Piero? Vivacchia dopo alcuni mesi di grandeur. Il segnale che la Juve degli irriducibili ha davvero concluso il suo ciclo. Forse Nedved ha annunciato molto più di un addio.