Nedved e la Juve «Non siamo ladri»

Torino. Pavel Nedved fa i complimenti all'Inter per lo scudetto («Ha stravinto sul campo»), ma non ha gradito quel ritornello «questo è lo scudetto degli onesti» di Moratti e degli interisti. Tanto da chiedere spiegazioni, per telefono, al suo amico Ibrahimovic: «Mi ha fatto piacere che mi abbia confermato di sentire suo l'ultimo scudetto conquistato con la Juve, mentre me ne fa molto meno averlo visto festeggiare con la maglia dell'Inter. Nessuno ci può togliere quello scudetto. Deve parlare solo il campo, aver sentito certi discorsi sul nostro conto non fa certo piacere. Non pensiamo di aver rubato nulla, non ci sentiamo affatto colpevoli di aver vinto lo scudetto l'anno scorso. La Juve dimostrerà in serie A quanto vale. Ora pensiamo solo a tornarci».