Nedved ko per la febbre, in campo Mutu Capello: «Comanda la tv, si gioca di sera»

Alessandro Parini

da Torino

Di nuovo senza Nedved. A Palermo, il ceco era stato sostituito da Mutu, a causa della labirintite. Stasera, a Verona, toccherà ancora al romeno: il biondo di Cheb è a letto con l’influenza. Anche l’Uomo Bionico ha tratti umani. Vale comunque la pena ricordare che in Sicilia era stato proprio Mutu l’artefice della vittoria: due gol e una partita di lustrini e fatica insieme. A Verona, peraltro, Mutu è di casa: non giocava nel Chievo, ma la città di Romeo e Giulietta la conosce benissimo. Lì ha cominciato la sua vera carriera italiana (tralasciando la brevissima e insignificante esperienza all’Inter) prima di esplodere a Parma e finire quindi al Chelsea. Il resto della Juve dovrebbe essere quasi il solito: Ibrahimovic darà il cambio a Del Piero, Trezeguet rimarrà al suo posto in attesa di riposare contro l’Empoli. In difesa conferma per Balzaretti. Capello lancia il suo anatema: «Giocheremo di notte, al freddo e al gelo. Sarebbe stato meglio scendere in campo al pomeriggio per avere qualche grado di temperatura in più, ma comandano le televisioni e quindi non si può». Già.