Neffa, la Pausini e Battiato dove non te li aspetti

La lunga maratona musicale, che si concluderà alle 6 di domenica mattina con il concerto all’alba degli Zero Assoluto, si propone come una lunga e impervia passeggiata di suoni nella notte attraverso il mondo, dall’estremo Oriente al Nord America. Chi sceglie il centro potrà recarsi a piazza del Campidoglio per il concerto della Dino e Franco Piana Jazz Orchestra «Dedicato ad Armando Trovajoli» (ore 21.30) dove, alla presenza del grande maestro romano, ci sarà un tributo live con, tra gli altri, artisti del calibro di Laura Pausini ed Enrico Pierannunzi. Restando al Campidoglio alle 24 prenderà il via l’esibizione di Franco Battiato. Ancora al Campidoglio, alle 5 del mattino, concerto degli undici musicisti dell’Ensemble de Fez, diretti dal maestro Mohammed Briouel, una formazione proveniente dal Marocco che propone il meglio della tradizione musicale arabo-andalusa. Se ci si allontana dal centro, è in programma una lunga notte di balli, musiche e tradizioni al Parco della Caffarella sull’Appia (ingresso largo Tacchi Venturi) con «La Campagna in città - Festival Euromediterraneo della musica di campagna». Dalle 22 all’1.30 in programma concerti con artisti provenienti da tutto il Mediterraneo, oltre all’Orchestra popolare italiana di Ambrogio Sparagna. All’Eur, il Planetario propone dalle 21 un concerto danzante in piazza con il sassofonista e cantautore partenopeo Daniele Sepe. Un grande concerto è in programma invece a largo Micara, lo spiazzo-parcheggio di via Gregorio VII. Sul palco alcune tra le più convincenti realtà della nuova musica italiana come i Magenta, i Rio, i Velvet e Neffa a partire dalle ore 21.30. Piazzale Tiburtino, dalle 22.30 vedrà live i Modena City Ramblers. Simbolo vivente e itinerante di questa Notte Bianca multiculturale è l’Orchestra di Piazza Vittorio che con il suo numeroso e apolide ensemble, dalle 24, sarà dal vivo sul Pontile di Ostia. A Stazione Ostiense dalle 21.30 si svolgerà «Trialogo in una notte», concerto-evento nato da un progetto di Yuval Avital, compositore e chitarrista israeliano tra i più interessanti del momento. Dieci grandi artisti provenienti da Giappone, Cina, Israele, Italia e Grecia proporranno un inconsueto incontro tra meraviglie della voce umana, sonorità di strumenti legati a culture lontane e suggestioni di musica elettronica, esaltate da videoproiezioni e giochi di luce. A Cinecittà accanto ai cori dei Cardellini dell’Amiata, della Squadra di Genova e dei Tenores di Orosei, ci saranno le voci di Teresa De Sio, Lucilla Galeazzi, Sara Modigliani e Evelina Meghnagi, ed i racconti di Mario Perrotta.
Nel cortile di Palazzo Barberini, si potrà assistere a Koinè, uno spettacolo di musica, immagini parole con le composizioni della pianista Rita Marcotulli e le improvvisazioni di David Riondino, Dario Vergassola, Marco Cavicchioli, Elena Ledda. Artisti circensi e musicisti in «Africa, Asia, America, Oceania, Europa», dalle 23 alle 3 a Piazza del Popolo con, tra gli altri, Gianni Maroccolo (ex CSI) e Riccardo Tesio (Marlene Kuntz). Infine, al Palazzo delle Finanze di via XX Settembre i concerti della Banda della Guardia di Finanza e di Ismaël Lo, cantante e musicista senegalese, autore della colonna sonora del film Tutto su mia madre di Almodóvar. Per chi ama la classica c’è «Lirica nella Notte» dalle 22 al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, con arie e duetti. Infine l’alba. In parallelo agli Zero Assoluto a piazza di Siena, dalle 6 sulla terrazza del Gianicolo arriveranno da Istanbul fiati, tamburi, due voci soliste dei Dervisci Rotanti di Mevlevi.