Negli aeroporti le vacanze battono la paura

Roberto Filibeck

La paura di viaggiare in aereo, dopo il recente piano terroristico sventato a Londra che prevedeva di fare esplodere in volo proprio alcuni aerei diretti negli Stati Uniti, non sembra avere spaventato più di tanto i turisti romani e no, che a migliaia in questi giorni stanno affollando gli aeroporti romani. La conferma arriva puntuale da Aeroporti di Roma, la società di gestione del sistema aeroportuale della capitale. Solamente lo scorso fine settimana nei tre giorni compresi tra il 12 e il 14 agosto sono transitati 342 mila passeggeri. Entrando nel dettaglio a Fiumicino, tra partenze e arrivi le presenze hanno raggiunto quota 298 mila; 44 mila invece sono state quelle in transito nello scalo di Ciampino dove operano maggiormente le compagnie a basso costo come la Ryanair, Easy Jet, Wizz Air eccetera.
Dopo il recente record, raggiunto domenica 6 agosto con 111mila passeggeri, il picco massimo è stato registrato domenica scorsa a Fiumicino con 106mila passeggeri. Sempre secondo le previsioni di Aeroporti di Roma nel prossimo fine settimana si replica: nei giorni a cavallo tra il 19 e il 21 agosto, infatti, le stime parlano di circa 298 mila viaggiatori in transito nel solo Leonardo Da Vinci; 42 mila le presenze nel Pastine di Ciampino, che però, come viene fatto notare anche da Adr, saranno soprattutto turisti che tornano dalla vacanza. Tra i luoghi più ambiti scelti dalla popolazione vacanziera per queste vacanze all’estero in lista figurano il Mar Rosso, la Grecia, la Spagna, la verde Irlanda, i Caraibi e le isole esotiche. Per quanto riguarda il Belpaese, invece, sono decollati praticamente sempre super pieni i voli per isole del «mare nostrum», con la Sicilia e la Sardegna in testa subito seguite dalle altre isole minori.
E proprio ieri a Fiumicino un contrattempo per il volo Az436 dell’Alitalia delle 16 diretto a Monaco di Baviera con 31 passeggeri. Il velivolo è stato costretto a rientrare mezz’ora dopo il decollo per motivi tecnici che, secondo quanto si è appreso, non hanno comunque mai pregiudicato la sicurezza del volo. Il comandante ha chiesto di rientrare per problemi tecnici riscontrati all’impianto pneumatico. I 31 passeggeri sono stati «riprotetti» su un volo della sera, l’AZ438 delle 21,25.