Negli ultimi 8 anni cinque episodi

Sono state diverse negli ultimi anni le scosse di terremoto avvertite, come ieri, nella capitale. Negli altri episodi recenti l’epicentro era stato registrato sempre nella zona dei Monti Tiburtini, considerata ad elevata frequenza sismica, ma con eventi di bassa intensità. Il 27 giugno una scossa di terremoto tra il quinto-sesto grado della scala Mercalli viene avvertita alle 9,33 nella zona dei Castelli romani, nella valle dell’Aniene e in tutta la provincia di Roma. La scossa viene sentita anche in diversi quartieri della Capitale. L’11 marzo dello stesso anno un’altra scossa. L’intensità è del sesto grado della Scala Mercalli. L’epicentro sempre nella zona dei Monti Tiburtini, a sud-est di Roma, i comuni più vicini Cervara di Roma e ancora Rocca Canterano. Due anni prima, il 6 gennaio ’98, ancora una lieve scossa a Roma, del terzo-quarto grado Mercalli, e sempre nella zona dei Monti Tiburtini. Tra il 5 e il 6 novembre ’97, due scosse. La più forte alle 3,20 della mattina del 6. L’intensità è del quinto grado e viene sentita anche nelle zone meridionali e orientali della città, dall’Eur al Nomentano. Si tratta di uno dei maggiori sismi registrati negli ultimi due secoli nella capitale.