Un negozio cinese ogni nove metri

Milano - La presenza di imprenditori cinesi in provincia di Milano è in continua crescita: sono oltre 2.800 quelli ufficiali, con un fatturato ufficiale di 550 milioni di euro all'anno. E nel cuore di Chinatown esiste una via dove ogni nove metri lavora un'impresa con titolare cinese. Lo affermano dati della Camera di commercio. La strada ad altissima concentrazione di imprese cinesi è via Bramante, che dall'Arena di Milano attraversa perpendicolarmente via Paolo Sarpi (il simbolo della Chinatown milanese) fino al cimitero monumentale. Le piccole imprese cinesi a Milano città sono in tutto 1.900 e crescono del 10% l' anno. Di queste, oltre la metà è legata all'attività commerciale, dettaglio e ingrosso, il 28% al manifatturiero e il 13% alla ristorazione. Le imprese individuali cinesi sono più al femminile rispetto a quelle italiane: il 39% degli imprenditori cinesi è donna, contro il 20% italiano (il 14% nelle altre comunità extracomunitarie). L'imprenditore cinese a Milano è anche più giovane degli italiani: 39 anni l'età media, rispetto ai 45 anni delle aziende individuali made in Italy.