Negozio in fiamme a via del Corso: è la seconda volta

Fumo e tanta paura ieri pomeriggio in pieno centro storico a causa dell’incendio divampato poco dopo le 13 all’interno del negozio d’abbigliamento Saxon’s di via del Corso 263. Le fiamme sono state domate dai vigili del fuoco dopo un’ora. Si tratta del secondo incendio in due anni. Sul posto il sindaco Alemanno, arrivato a piedi da piazza Venezia, che ha voluto «rendersi conto di persona di cosa stesse avvenendo nel cuore di Roma». «La notizia migliore - ha commentato il primo cittadino - è che non ci sono feriti. Ora bisogna valutare se esistono responsabilità. In passato a Roma non sempre si sono rispettate le regole delle licenze agli esercizi commerciali rispetto, ad esempio, all’impatto sulla sicurezza». Come detto, lo stesso negozio era stato danneggiato due anni fa da un altro incendio. Le cause allora furono attribuite al malfunzionamento dell’impianto elettrico. Secondo quanto riferito dai pompieri le fiamme di ieri potrebbero essere state originate proprio dalla cabina con il quadro elettrico che si trova ad un lato del negozio. La commessa che si trovava all’interno dell’esercizio commerciale ha raccontato ai vigili del fuoco e ai carabinieri di «aver sentito improvvisamente un odore acre e di aver visto le fiamme e di essere scappata immediatamente». Le fiamme hanno interessato una parte del negozio e il solaio contenente merce in deposito. E questo spiegherebbe l’enorme colonna di fumo che per oltre un’ora è fuoriuscita dal negozio. «Per ora è presto per fare ipotesi sulle cause del rogo- ha detto il comandante dei Vigili del Fuoco Parisi - vedremo più avanti cosa troveremo nel sopralluogo». Secondo la proprietaria del negozio l’impianto elettrico era stato rimesso a norma recentemente. «Non mi fate parlare - ha commentato - questa per me è una tragedia».