Nei cantieri sulla strada tra Recco e Uscio grande rischio di incidenti per i lavoratori edili

La segnalazione arriva da un lettore che abita nella zona tra Recco e Uscio e riguarda uno dei cantieri edili che si sono aperti nell’area. Secondo il suo racconto tra ponteggi e pilastri in cemento armato, molti operai edili non rispetterebbero le norme anti-infortunistiche. «Passando ogni giorno - racconta - vedo muratori e carpentieri, spesso stranieri, lavorare sotto il sole, senza casco o imbracature di sicurezza, dispositivi che sono obbligatori per chi opera nei cantieri di palazzi in costruzione». Il lettore segnala, addirittura, che lo stesso direttore di cantiere è stato più volte visto sulle impalcature più alte, anche lui senza protezione. «Non è ammissibile - puntualizza chi ha segnalato il caso - che in un momento di grande attenzione alla sicurezza nei luoghi di lavoro, con tutte le morti che ci sono state, fino a pochi mesi fa, ancora non si attui uno stretto giro di vite per evitare incidenti». E un cantiere edile è un posto davvero pericoloso.