NEI GUAI PER MAFIA

Saverio Romano è preoccupato? Molto, ma solo per le sorti del Palermo, «che oggi gioca contro la Lazio, perché sarà davvero difficile uscire indenni dal campo (la partita è finita 0 a 0, ndr)». Così ha scherzato il ministro delle Politiche agricole ospite ieri su Rai3 nel programma «In mezz’ora», condotto da Lucia Annunziata. Romano ha ribadito la sua estraneità ai fatti di mafia che gli vengono attribuiti e per i quali potrebbe essere chiamato a rispondere in giudizio. Quanto alla mozione di sfiducia delle opposizioni nei suoi confronti si è difeso: «Al di là delle valutazioni sulla mia persona vogliono mandare a casa Berlusconi, non me. Verso il premier e il governo c’è un’aggressione politico giudiziaria senza precedenti». La questione secondo il ministro è una sola: «Si vuole fare uno sfregio alla democrazia, oltre che a un autorevole esponente politico», e si ripropone «uno scontro tra guelfi e ghibellini». Romano ha voluto anche ringraziare il ministro dell’Interno Roberto Maroni per aver confermato il suo sostegno in vista del passaggio parlamentare della settimana prossima.