Nei primi tre mesi perdite meno forti delle previsioni

Ford è rimasta in pesante perdita anche nel primo trimestre, per 1,4 miliardi di dollari, ma meno di quanto temuto dagli analisti, e con una flessione delle vendite a sua volta meno grave delle stime. La casa automobilistica ha fatto sapere che il piano di ristrutturazione per andare in pareggio o in utile entro il 2011 è già in corso. La perdita di 75 cent ad azione è inferiore a quella di 1,24 dollari ad azione attesa dagli analisti. Il gruppo annuncia poi di aver chiuso il primo trimestre con 21,3 miliardi di dollari di liquidità e ribadisce di non aver bisogno di prestiti ponte da parte del governo. Tra gennaio e marzo il fatturato del gruppo è sceso da 39,2 a 24,8 miliardi di dollari.