Nei tre punti del Tardini la difesa fa venire i brividi

La quarta vittoria nella penuria dei risultati ottenuti in trasferta in questo campionato dalla Sampdoria finalmente è arrivata. Nel momento in cui, probabilmente, Walter Mazzarri meno se lo sarebbe aspettato: senza punte, solo con Bonazzoli che non andava segno da quasi un anno. Le condizioni non erano certamente favorevoli e invece la coppia di torri Bonazzoli-Delvecchio ha piegato un Parma che ieri ha fatto i conti con l'esonero del tecnico Di Carlo.
Squadra tosta, poco leziosa e molto concreta: è la nuova Sampdoria di Mazzarri: ottenuti i tre punti lontano da Marassi che non arrivavano da Cagliari (fatta eccezione per il derby), adesso l'allenatore toscano spera di continuare la striscia positiva anche domenica con il Catania.
Unico neo della gara del Tardini, una difesa che ha fatto correre qualche brivido di troppo al tecnico blucerchiato, con Miglionico che non è riuscito ad entrare in partita e con Lucchini costretto ad uscire per infortunio.
Oggi, prima della ripresa degli allenamenti, il difensore effettuerà gli accertamenti alla caviglia, ma intanto per la sfida di domenica rientrerà Sala che ha scontato la qualifica, mentre Gastaldello e Accardi saranno riconfermati dal primo minuto.
L'assenza di Campagnaro, comunque, è quella che fino ad ora si è fatta maggiormente sentire. Quel che è certo è che Mazzarri ha comunque trovato un amuleto in più in una stagione non fortunata per infortuni e assenze: Cassano infatti ieri era in tribuna al Tardini al fianco del presidente Riccardo Garrone e domenica sarà a Marassi per assistere alla sfida con il Catania.
Oggi pomeriggio invece è attesa la sentenza del Tas sulla squalifica di due anni a Francesco Flachi dopo la positività alla cocaina.