Nek presenta il nuovo cd in un «live» allo Smeraldo

«E' come quando si fa un viaggio in macchina su una strada sconosciuta. Nel procedere si vedono nuovi scorci, nuovi panorami, nuove situazioni.
A volte si fa una pausa, e ci si ferma a pensare. Altre volte si spinge l'acceleratore perché vogliamo vedere cosa c'è oltre». Presentare un album con le stesse parole dell'autore è la cosa più corretta, sempre. E il nuovo album di Filippo Neviani, in arte Nek, è proprio un viaggio, a partire dal titolo, «Un'altra direzione»: «Un lavoro che rappresenta tutti i passaggi del mio percorso». Un disco nella cui realizzazione il musicista si è immerso fino in fondo: «Scrivere, elaborare un disco e scegliere i brani è la parte più affascinante del lavoro». Questa sera il cantautore presenterà i suoi nuovi brani allo Smeraldo di piazza XXV Aprile (info: 02-290067) assieme alla sua fidata band. E c'è una particolarità nel nuovo lavoro di Nek. Causa crisi, il disco è uscito in una doppia versione: una, completa, contiene 12 brani, l'altra, ridotta anche nel prezzo (9,90 euro), ne contiene soltanto sei. Idea da successo? Ai posteri l'ardua sentenza. Anche se non è da credere che Nek sia alla ricerca di soddisfazioni monetarie. Appena 20enne era già molto apprezzato. Già nel 1991 (allora era 19enne) al Castrocaro arrivò in finale con «Io ti vorrei». Ma il successo arrivò nel 1997 con la hit «Laura non c'è».