«Nel 2006 l’occupazione crescerà»

da Roma

Continua il trend discendente della disoccupazione, anche grazie alla ripresa dell’attività economica. Secondo l’Isae, l'Istituto di studi e analisi economica, la ripresa dell’economia provocherà un tasso di crescita dell’occupazione dello 0,6% nel 2006. Secondo le stime Isae diffuse nel rapporto «Finanza pubblica e redistribuzione» nel 2005 la disoccupazione dovrebbe scendere al 7,8% dall’8% registrato nel 2004, per poi calare ulteriormente al 7,6% nel 2006.
Secondo gli analisti, infatti, «la stagnazione della prima parte dell’anno, parzialmente contrastata dalla regolarizzazione di lavoratori immigrati, consentirà comunque un aumento delle unità standard di lavoro dello 0,4%. La ripresa dell’attività economica - si legge nel rapporto Isae - provocherà un tasso di crescita dello 0,6% nel 2006, malgrado una riduzione dell’elasticità degli occupati alla variazione del Pil, che renderà possibile un’accelerazione ciclica della produttività del lavoro. Il tasso di disoccupazione calerà dall’8% del 2004 al 7,6% del 2006».
L’Isae è ottimista anche sui consumi, stimati in crescita dell’1% nel 2005, parallelamente alla crescita dei redditi personali e al miglioramento del clima di fiducia.