Nel 2008 in «rosso» per 5,5 miliardi di euro Ma il 2009 parte bene

Anche Crédit Suisse ha chiuso il 2008 con pesanti perdite di bilancio: 8,2 miliardi di franchi per l’intero anno, pari a circa 5,5 miliardi di euro, e 6 miliardi sul solo quarto trimestre. L’ad Brady W. Dougan ha ammesso che i dati sono «deludenti», tuttavia ha aggiunto che Crédit Suisse è entrata nel nuovo anno con una patrimonializzazione «molto solida, un modello di business robusto e una strategia chiara e ben definita». I primi dati del 2009 mostrano inoltre un avvio positivo di tutte le divisioni. Inoltre, Crédit Suisse ha confermato che taglierà 5.300 posti di lavoro nel mondo, pari all’11% dei suoi effettivi, entro l’anno in corso.