Nel 2010 saremo in 1,6 miliardi sul web

"Scusa, fatti più là". "E lasciami un po' di banda... Mica ci sei solo tu". Se avessimo chiesto solo 8 anni fa che cosa fosse il World Wide Web, pochissimi avrebbero saputo dare una risposta. Oggi Internet fa parte della nostra quotidianità, a casa come al lavoro. Lo conferma il numero di utenti che continua a salire inesorabilmente e non sembra arrestarsi: secondo la stima elaborata da uno studio di Emc Corporation, nel 2010 ci saranno 1,6 miliardi di navigatori sul web a fronte degli attuali 1,1 miliardi.

Le informazioni digitali Oggi le informazioni dell'universo digitale pesano 161 miliardi di gigabyte. Nel 2010 peseranno 988 miliardi di gigabyte e i principali responsabili di questa moltiplicazione per sei saranno le foto e i video digitali. Se oggi macchine fotografiche digitali, cellulari, scanner medicali e telecamere di sicurezza hanno catturato 250 miliardi di immagini, si calcola che nel 2010 queste saranno più del doppio e con una definizione molto superiore. Con una conseguente maggiore occupazione di "spazio".

Identità virtuali La ricerca della Emc, società impegnata nel business delle infrastrutture informatiche, calcola che ci saranno 250 milioni di persone con un account registrato per comunicare con altri utenti sul web. E le relazioni interpersonali traslocheranno dalla strada alla rete. Ma il traffico, sarà più o meno lo stesso.