Nel Bresciano Imprenditore legato e ucciso nel garage di casa

È un giallo l’omicidio di Maurizio Cirillo, imprenditore edile di 32 anni, sposato e padre di due bambini, ucciso lunedì sera nel box della sua abitazione di Lumezzane in via IV Novembre. Il giovane è stato trovato riverso a terra accanto alla sua Bmw intorno alle 23 dai genitori, chiamati da un passante che aveva sentito alcuni lamenti provenire dal garage. Il killer, ammesso che di una sola persona si tratti, lo aspettava nascosto: sarebbe entrato da una finestra del garage cui sono state tagliate le sbarre. Ma sono le modalità a far riflettere gli investigatori: il killer ha sparato due colpi, centrando Cirillo con un proiettile al fianco. La vittima è stata trovata legata con del filo elettrico.