Nel campo abusivo si fa festa e la città piomba nel buio

Non bastava la presenza del campo nomadi e i derivanti fastidi. I foggiani hanno dovuto sopportare anche di rimanere, per una notte, senza luce. Il tutto a causa di un black-out. Provocato, guarda caso, proprio da un corto circuito generato all’interno del campo rom di Foggia, da sempre al centro di polemiche per le condizioni igieniche pessime e il sovraffollamento. Gli occupanti, infatti, per festeggiare la Pasqua, hanno ucciso decine di agnelli e collegato alla stessa fonte di corrente elettrica decine di elettrodomestici. Questo ha causato la sovralimentazione e il conseguente corto circuito. Oltre a lasciare incolpevoli cittadini senza luce, i rom hanno causato un incendio che ha carbonizzato tre roulotte.