Nel cda di Exor anche una donna

Per la prima volta una donna siederà nel cda di una finanziaria della famiglia Agnelli. È Christine Morin-Postel, francese, indipendente, attualmente nel board di 3I Group (private equity) e di British American Tobacco, indicata ieri dall’accomandita presieduta da Gianluigi Gabetti in vista dell’assemblea di Exor del 28 aprile. Gli altri membri indipendenti non italiani inclusi nella lista per Exor, holding che controlla anche Fiat, sono Victor Bischoff, già direttore finanziario di Sandoz-Family Foundation, e Antoine Schwatz, che ha ricoperto la carica di executive director in Goldman Sachs (nel 2004 è stato tra i fondatori di The Black Ant Group, di cui è chief investment officer). L’esperienza dei tre indipendenti, insieme con quella degli altri membri del cda, sarà utile al presidente John Elkann e l’ad di Exor, Carlo Sant’Albano, in vista dei futuri investimenti. La lista che sarà sottoposta all’assemblea del 28 aprile è composta da 17 consiglieri, di cui sei indipendenti.