Nel Dna c’è tanta voglia di vincere Dalla F1 agli eventi con New Clio RS

«Prima» del Challenge il 9 luglio a Hockenheim. Le gare italiane a Misano e Monza

Massimo Comaschi

Lo sport firmato Renault è, oggi più che mai, identificato con la Formula 1 visti i successi che stanno caratterizzando anche l’attuale stagione agonistica. Ma il binomio Renault-sport è fatto di numerosi altri impegni, altrettanto importanti e pieni di soddisfazione per gli uomini della Losanga. Lo stesso Dna insito nella Renault è costellato da una storia che, da oltre 35 anni, è fatta di campionati destinati ai giovani, tanto in pista quanto nei rally, di vetture derivate dalla produzione che hanno regalato e regalano emozioni, di soluzioni tecniche prese direttamente dalla Formula 1 e portate sulle vetture che quotidianamente circolano per le nostre strade e che, con qualche rivisitazione talvolta lasciandole pressoché di serie, affrontano i circuiti di tutto il mondo e le strade dei rally. La Formula 1 si dimostra, così, la punta di un iceberg che si sviluppa ampiamente in profondità, ben oltre la prima parte visibile a tutti. Il 2006, come sta avvenendo sul fronte delle versioni stradali, è un anno importante per Renault: la Clio sta infatti gradualmente passando il testimone alla nuova versione, attualmente contraddistinta dal nome New Clio.
Lo stesso sta avvenendo nelle gare: in Italia la Clio Cup vede ancora protagonista la precedente versione RS, quindi sviluppata come tutte le vetture della casa francese dall’atelier Renault Sport, con il 2 litri aspirato da oltre 190 cavalli abbinato al cambio sequenziale che riscuote ampi consensi da parte di team e piloti. La stagione propone, infatti, sfide con una media di 30 vetture per gara, segno del gradimento di cui gode tuttora questa vettura. Lo stesso che ottiene anche nei rally dove la Clio, e non importa che sia RS Gr. N o Super1600, riporta continuamente importanti successi. Ma questo, come si diceva, è un anno importante. A luglio, a metà quindi della stagione agonistica, avverrà un simbolico passaggio del testimone tra quella attuale e la New Clio RS. Presentata a Ginevra poche settimane fa e nelle concessionarie entro giugno, la nuova Clio RS è pronta anche a scendere in pista. Da quel momento convivranno in Italia due campionati, la già citata Clio Cup e il Challenge New Clio, che avrà come protagonista la nuova versione. Sarà un mini-campionato di quattro gare fino a ottobre, momento in cui la New Clio RS assumerà i ranghi ufficiali per accingersi ad animare, nel 2007, l’unico campionato. A ospitare la «prima» del Challenge sarà il tracciato tedesco di Hockenheim, il 9 luglio. Seguiranno i due appuntamenti di Misano (23 luglio) nell’ambito della World Series by Renault e (10 settembre) la gara conclusiva di Monza dell’8 ottobre. Appeal, sicurezza e potenza: sono queste le doti che la New Clio RS porterà in pista, con soluzioni tecniche di rilievo come l’estrattore posteriore o i particolari sfoghi d’aria nel paraurti anteriore, con la potenza del motore che sfonda la soglia dei 200 cavalli. La New Clio RS andrà così ad aggiungersi al lungo elenco di vetture a ruote coperte che hanno segnato le più importanti pagine sportive della Renault, mantenendo un’immagine sempre strettamente legata alle rispettive versioni stradali. Si tratta della R8 Gordini, della R5 Turbo, della Supercinque GT Turbo, della Clio 16v e dell'attuale Clio RS, vettura costruita in oltre 650 esemplari.