Nel gelo del Canada lo sci cerca il nuovo uomo jet

Si comincia, stavolta per davvero. Nel gelo canadese, donne a Panorama, uomini a Lake Louise, la coppa del mondo riprende il suo cammino e non si fermerà più fino al 16 marzo. L'inverno orfano dei grandi appuntamenti con le medaglie lascia spazio a un calendario fitto e ricco di inediti, come lo slalom maschile di Zagabria. Ma le novità riguardano soprattutto l'attrezzatura (sci più larghi al centro e blocco scarpa-attacco-piastra ribassato di 5 mm) e gli ordini di partenza nelle discipline veloci: oggi nella discesa maschile di Lake Louise verrà applicata per la prima volta la regola che la federazione internazionale ha introdotto per assecondare le richieste dei primi della classe. Nella passata stagione, infatti, ben 7 gare su 16 sono state vinte da atleti fuori dai primi otto delle liste mondiali, favoriti dai bassi numeri di partenza e da piste intatte, mentre i migliori erano costretti a partire con numeri fra il 23 e il 30, su piste distrutte dal caldo e a volte senza nemmeno più la neve (a Garmisch, fine febbraio, affiorava l'erba). Così, dopo l'esperimento fallito di usare l'ultima prova cronometrata come qualifica per l'ordine di partenza sul modello della Formula 1 e dopo l'ancora più fallimentare idea di invertire l'ordine della classifica mondiale facendo partire il numero uno per trentesimo, ecco la novità: i primi sette della lista mondiale di discesa e superG partono con un numero fra il 16 e il 22, a estrazione. Gli atleti dall'ottavo al quindicesimo posto partono fra l'8 e il 15, sempre a estrazione, e infine gli altri compresi fra i primi trenta mondiali ricevono un pettorale fra l'uno e il 7 e fra il 23 e il 30.
Oggi vedremo dunque come stanno i vari Svindal, Cuche, Buechel, Miller, Maier e compagnia veloce, il norvegese per la verità ha già mostrato di andare forte vincendo un mese fa il gigante di Sölden e a sentire lui la discesa è la disciplina in cui d'estate si è allenato meglio. Un anno fa Lake Louise regalò un bel terzo posto a Peter Fill in discesa, ma anche l'azzurro si è visto azzerare dalle nuove regole il parco sci veloci e quelli nuovi non hanno dato risultati incoraggianti.
Ma oggi da guardare non ci saranno solo gli uomini. A Panorama, su una pista da gigante inedita (e un po' facile), tocca a Denise Karbon difendere il pettorale rosso di leader di coppa. Esordio stagionale per Karen Putzer, che dopo un'estate tribolata pensa solo a verificare la sua forma.

TV: diretta Eurosport e Rai Sat ore 18 e 21 gigante donne, ore 19.30 discesa uomini