Nel IX municipio, dove il parcheggio è un’utopia

Enza Colagrosso

Traffico sempre più caotico nel IX municipio. Sono ormai settimane che intere squadre di vigili urbani coadiuvati dai «vigilini» della Sta e anche dai supervisori Trambus scendono nelle vie del quartiere dal mattino presto per rimanerci fino a tarda sera. La lotta è alla sosta selvaggia, ma il mercato di via Orvieto, dove solo qualche giorno fa un anziano ha perso la vita perché investito da un auto, resta «zona franca»: i vigili non agiscono in quel contesto di disordine divenuto ormai norma.
Le strade adiacenti ai chioschi, interdette al traffico dalle 6 del mattino fino alle 17, sono normalmente transitate e inoltre il quartiere è gravato in questo momento da lavori stradali e offre scarsissime possibilità di parcheggio. I pochi parcheggi privati sono superaffollati nonostante le cifre mensili richieste che variano da un minimo di 150 euro fino a raggiungere più facilmente i 200/250. «Certo il problema del traffico nel nostro quartiere non si risolve con le strisce blu - dice Antonella Latella, che abita in via Monza -, la soluzione non può certo essere quella di farci pagare il parcheggio orario». «Ciò che è più brutto - aggiunge Emy Salzillo, che gestisce un banco al mercato di via Orvieto - è che quando esci di casa ti senti già “in flagranza di reato” solo perché la tua macchina sosta in queste strade. Perché ormai sembra chiaro a tutti che il cattivo da punire, penalizzare ed educare e non si sa bene a cosa, visto che poi i parcheggi non ci sono, è solo il proprietario della vettura. Hanno tolto almeno cinque posti auto per lasciare libere, giustamente, le fermate degli autobus e nel nostro quartiere ce ne sono almeno quattro o cinque su ogni strada, poi ci sono i posti per gli invalidi, le strisce blu, i secchioni dell’immondizia. Insomma, per noi che qui ci viviamo parcheggiare è impossibile». «Altra situazione al mercato di via Orvieto - sottolinea Concetta Franzosa, che gestisce un banco di ortofrutta -, noi non possiamo scaricare le nostre merci perché non sono previste aree vicino al mercato per questo, ma se lasciamo la vettura il vigile compare subito per notare che la sosta è sanzionabile».