Nel meridione i prezzi «corrono» l’1% in più

Il carovita si fa sentire di più al Sud rispetto alle regioni del Nord Italia: il differenziale tra le due zone del nostro Paese è stato di circa un punto percentuale. In particolare, nell’ultimo trimestre del 2007 il tasso di inflazione più elevato si è registrato nelle Isole (3%) e nel Mezzogiorno (2,7%), mentre quello più basso è stato misurato nel Nord-est (2,1%). Anche nei primi tre mesi del 2008, con le spinte al rialzo dei prezzi di alimentari ed energetici, i maggiori rialzi dei prezzi al consumo si sono registrati sempre nelle Isole (3,7%) e al Sud (3,5%), a fronte di una media nazionale del 3,1%.