Nel Milanese Critiche alla Resistenza, l’Anpi diserta due feste

L’altro 25 aprile racconta due eventi emblematici avvenuti in provincia di Milano. A Melegnano, la lettera di un soldato della Rsi condannato a morte è pubblicata dal sindaco Vito sul manifesto del 25 aprile insieme alle parole di un partigiano. Risultato? Insulti, indignazione e l’Anpi che diserta il corteo. «Volevamo festeggiare la libertà e la democrazia» ha spiegato il primo cittadino.
A Bareggio toni analoghi. «Volevamo raccogliere tutti attorno al ricordo di una pagina sofferta» ha detto il sindaco Monica Gibillini. Pietra dello scandalo: abbinare al corteo una mostra dedicata al Triangolo della morte, tra le più visitate al Meeting di Cl a Rimini: pannelli fotografici e storici che squarciano il velo ipocrita di una Resistenza eroica e senza macchia. E l’Anpi che diserta il corteo. Dopo 64 anni l’idea di una festa per tutti resta una chimera: per ora solo scontri.