Nel Milanese due morti bianche in 15 giorni

Si chiamava Antonio Rania, ed era l’ultimo uomo ad aver perso la vita in un incidente sul lavoro a Milano, prima della disgrazia di ieri mattina. L’uomo, operaio in una ditta di incarti per alimenti a Pregnana Milanese, mentre stava procedendo alla pulitura di un grosso macchinario il 1° febbraio scorso, era stato investito da un forte getto di olio idraulico ad altissima temperatura che, a contatto con l’aria, aveva immediatamente preso fuoco investendo in pieno l’addetto. Pochi giorni prima, aveva perso la vita in un ennesimo incidente sul lavoro anche il 63enne Franco Ruffoni, titolare di un’impresa edile. A causa del cedimento di una soletta, lo sfortunato era precipitato dal tetto di un capannone di Lissone, per una decina di metri.