Nel parco dell’Abruzzo un inno alla natura

La volpe e la bambina sta tutto nel titolo. Una mattina d'autunno, una bambina vede una volpe e ne rimane affascinata. Comincia così un'incredibile amicizia con la piccola a inseguire il desiderio impossibile di addomesticare la natura selvaggia. Fine della storia. Il resto, e non è poco, è uno straordinario racconto per immagini della natura così reale da sembrare finto. Invece è tutto vero ed è frutto di mesi di riprese nel nostro Parco Nazionale d'Abruzzo. Nell'abituale stile documentaristico di Jacquet non ci sono dialoghi, mentre la piacevole voce fuori campo di Ambra Angiolini (come quella di Fiorello per La marcia dei pinguini), a confronto con le immagini, sembra un orpello.

LA VOLPE E LA BAMBINA di Luc Jacquet (Francia 2007) con Bertille Noël-Bruneau. 91 minuti