«An nel Ppe? Se lo chiederà sarà accolta»

da Oristano

«Non c’è alcuna domanda di adesione di Alleanza nazionale al Partito popolare europeo». Così il leader di An, Gianfranco Fini, ha risposto, appena arrivato a Oristano per un comizio elettorale, a una domanda sulla non ammissione del suo partito, per il momento, dal Partito popolare europeo, di cui ha parlato lo scorso venerdì l’ex premier belga Wilfried Martens, confermato a Roma al vertice del Ppe.
«Ci sono, e le conosco, alcune perplessità di Martens, ma che sono pressoché le sole», ha aggiunto Fini. «Quando faremo la domanda, sarà accettata».
E il capogruppo di An alla Camera Ignazio La Russa ha ribadito da Piacenza il pensiero del leader del suo partito: «Allo stato attuale noi non abbiamo mai pensato di lasciare il nostro gruppo europeo ed entrare sic et simpliciter nel Partito popolare europeo». «An non ha mai chiesto di fare parte di questo Partito popolare europeo - ha spiegato La Russa - ma se in futuro questo partito decidesse di aprirsi e di diventare una coalizione, simile alla Casa delle libertà, che raccoglie la "metà della mela" alternativa ai socialisti e ai socialdemocratici - ha precisato - allora An sarebbe interessata». E il ministro per le Politiche agricole Gianni Alemanno: «Siamo noi che dobbiamo decidere se entrare o no»