Nel tesoretto anche pensioni, cuneo e iva auto

L'accordo tra governo e sindacati sulle pensioni basse e il ddl sull'iva auto faranno parte del decreto sull'extragettito. Maggioranza e opposizione hanno presentato 373 emendamenti, 156 giudicati inammissibili. Lunedì il testo sarà a Montecitorio

Roma - L’intesa siglata fra governo e sindacati sulle pensioni basse e il disegno di legge sull’Iva auto finiscono nel decreto tesoretto. Il governo ha consegnato pochi minuti fa gli emendamenti relativi. Cresce dunque il provvedimento sull'extragettito, che viene così ad ospitare anche le misure sull’estensione del taglio del cuneo fiscale a banche e assicurazioni e l'accordo sugli studi di settore. Maggioranza e opposizione da parte loro hanno presentato in tutto 373 emendamenti, di cui però 156 sono stati giudicati inammissibili. Gli emendamenti a firma della maggioranza sono 83. L’esame del decreto in commissione dovrebbe chiudersi al più tardi venerdì mattina, mentre lunedì è previsto l’approdo del testo nell’aula di Montecitorio.