Nel week-end operazione parchi blindati

Permettere ai cittadini di vivere tranquillamente la propria città. Soprattutto i parchi, entrati improvvisamente anche loro nella lista delle aree a rischio, dopo l’aggressione di domenica scorsa al parco Cassinis ai danni di agenti della Polizia locale da parte di immigrati. Per restituire ai milanesi che resteranno a casa durante l’estate le uniche oasi di fresco e verde, il Comune ha stabilito di far presidiare i parchi.
«Dopo gli ultimi episodi al parco Cassinis e al Parco Galli - ha commentato il vicesindaco Riccardo De Corato - si è reso indispensabile rafforzare il presidio nelle aree verdi. Con questa disposizione daremo piena attuazione all’articolo 8 del patto per la sicurezza. In particolare - ha spiegato De Corato -, opereranno 10 Carabinieri al Parco Trenno e 10 poliziotti al Parco Galli. Il Parco Cassinis sarà sorvegliato da 10 vigili e 10 poliziotti. Inoltre, 10 agenti della Polizia Municipale si muoveranno sulla base delle necessità».