Nell’acciaio bresciano i russi hanno il 70%

da Milano

A un anno circa dall’accordo tra Lucchini e Severstal che portò a un aumento di capitale attraverso il quale il gruppo russo acquisì il pacchetto di maggioranza di quello italiano, Severstal detiene il 70% del gruppo, la famiglia Lucchini il 30%. «Dopo l’accordo c’erano quote minoritarie e noi abbiamo concesso di lasciarle comprare a Severstal, com’era negli accordi, per arrivare a una quota del 70% detenuta da loro e del 30% da noi», ha spiegato il presidente Giuseppe Lucchini durante una presentazione. Non è prevista la cessione di altre quote da parte della famiglia Lucchini.