Nell’«Estate Nerviese» il jazz va in collegio

Pier Luigi Gardella

Prosegue nel chiostro del Collegio Emiliani di Nervi la rassegna «Estate Nerviese», iniziata il 2 luglio scorso e che si chiuderà il 16 di agosto. Organizzata dal «Gruppo Culturale Emiliani» formato in buona parte da ex allievi della storica scuola del Levante genovese, la rassegna si popone di portare a Nervi serate di buona musica, pretendendo in cambio, dagli spettatori, solo un libero contributo in favore delle Missioni dei Padri Somaschi. È dal 1899, infatti, che i Padri di San Girolamo Emiliani, il Santo che nel 1528 fondò a Somasca in provincia di Bergamo l’Ordine religioso che da questa cittadina prende il nome, operano a Nervi nell’antico Convento soprastante il Porticciolo. Generazioni di genovesi hanno studiato in questa scuola, sempre caratterizzata da un alto livello di insegnamento e da un sano ambiente per i ragazzi.
La rassegna musicale «Estate Nerviese» ha già visto nelle scorse settimane la partecipazione del notissimo «Coro Cinque Terre», creatura del maestro Armando Corso, che ne ha lasciato la direzione al figlio Massimo. Come tradizione, il Coro ha presentato brani dei cinque Continenti confermando la sua eclettica vocazione canora. La rassegna è proseguita, sempre di sabato sera, con le canzoni da Caffè Concerto presentate dall’Ensamble strumentale Bella Epoque di Imperia e con l’orchestra genovese di fisarmoniche «Fisorchestra Città di Genova».
Sabato 16 è stata la volta della «Jazz Band New Orleans Strompers» che di fronte ad un foltissimo ed interessato pubblico ha fatto rivivere, con i suoi brani, i mitici tempi del jazz sulle rive del Mississipi. Per sabato 30 luglio è atteso invece il Mañasco Quintet, che con fisarmonica, chitarra, violino, contrabbasso e pianoforte, propone un interessante programma dedicato soprattutto alle musiche di Astor Piazzolla.
Nel mese di agosto si inizierà il giorno 6 con «Viva l’operetta» presentata dall’Associazione culturale Luna Tu: con la regia di Anna Nicora, saranno proposti brani dalla «Vedova allegra» e da «Cin ci la».
Il 10 agosto, concerto di pianoforte di Alberto Macrì, musicista genovese diplomato al Conservatorio Paganini e membro del Gruppo Culturale Emiliani. Eseguirà musiche di Mozart, Bach e Liszt.
Concluderà la rassegna, il 16 agosto uno Spettacolo di Danza sportiva animato dai maestri Laura Occhi e Marino Biglieri, presentato dallo Studio Danze Nuova Immagine che sviluppa il linguaggio artistico della danza e del ballo con un’attività adatta per tutte le età.
Il ciclo di manifestazioni, dedicato a Pippo Drago, anima del «Gruppo Culturale Emiliani» e recentemente scomparso, è stato realizzato col patrocinio della Regione Liguria, con la partecipazione finanziaria della Circoscrizione IX Levante del Comune di Genova e con il decisivo aiuto di alcuni sponsor cittadini.