Nell’«Officina dei sogni possibili» Maifredi incontra chi i teatri li dirige

(...) Chi, cioè, costruisce, assembla e organizza quei sogni culturali. I volani, insomma, di quell'Officina dei sogni possibili che nel 2008 ha ottenuto un grande successo.
Ideatore della rassegna culturale e teatrale è il vulcanico regista genovese Sergio Maifredi che ieri, insieme ai suoi collaboratori, ha presentato il calendario delle iniziative. Si tratta di quattro incontri che si tengono al primo piano ammezzato di Mentelocale a Palazzo Ducale. Il primo è i stasera alle 18 con Walter Le Moli, ex sovrintendente a Parma, professore straordinario all'ateneo di Venezia e presidente del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara. È stato pure direttore della Fondazione del teatro Stabile di Torino e presidente dell'istituto nazionale del Dramma antico e consigliere della Biennale di Venezia. La prossima settimana, mercoledì 11, alle 18, sarà la volta di un genovese che da anni, tra gli altri, tiene le redini della cultura cittadina. Nel salotto buono di Mentelocale sarà invitato l'ex assessore comunale Carlo Repetti che è l'attuale direttore del Teatro di Genova. Metà politico, metà personaggio di cultura, Repetti del Teatro di Genova ne è stato anche drammaturgo ottenendo poi anche il ruolo di responsabile culturale e direttore della Scuola di recitazione. Ha scritto alcune opere e tradotto altrettanti testi. Soprattutto ha organizzato una serie di cartelloni e collaborato a numerose iniziative culturali a favore della nostra città. In pochi lo sanno, ma Repetti è stato pure insignito della carica di Cavaliere della Lègion d'Honneur.
Mercoledì 25 marzo l'Officina dei sogni possibili di Maifredi propone poi l'incontro con Giuseppe Ferrazza, da quaranta anni funzionario del Dipartimento dello spettacolo presso il Ministero del turismo e dello spettacolo e da quattro anni presidente dell'Ente teatrale italiano. Personaggio chiave nella programmazione della cultura teatrale in Italia, ha partecipato a centinaia di commissioni e comitati consultivi. È stato pure nominato membro del comitato che si occupa di elaborare una proposta di riforma del Fondo nazionale unico per lo spettacolo. A chiudere la rassegna, il primo aprile alle 18, Gabriele Vacis, tra i fondatori del Laboratorio Teatro settimo di Torino. A maggio Maifredi inviterà il direttore di uno dei teatri di Berlino.