Nella Bibbia dei vini l’Italia al terzo posto

Nell’annuale «Top 100» di Wine Spectator, la rivista di critica enologica d'oltremanica per molti esperti la «Bibbia» del vino mondiale, vince la California con ben 24 vini segnalati. Al secondo posto, e prima delle nazioni europee c’è la Francia (20 vini), mentre l’Italia si piazza al terzo posto con 15 vini. Trionfo aziendale per la Marchesi de’ Frescobaldi che, unica fra le griffe italiane del vino, riesce a piazzare nella speciale classifica della rivista statunitense ben tre vini: il Brunello di Montalcino Castelgiocondo Ripe al Convento Riserva 1999, il Chianti Rufina Castello di Nipozzano Riserva 2002 e Luce il Lucente 2003. Nella super-classifica di Wine Spectator tra le regioni italiane comanda la Toscana che guida la classifica dei terroir con ben 7 vini segnalati. Al secondo posto c’è il Piemonte con 4, seguita da Friuli, Alto Adige, Sicilia e Veneto .