«Nella decisione Ue ha prevalso il buon senso»

Mosca. La dichiarazione finale del vertice di lunedì scorso dell’Unione europea sul conflitto russo-georgiano è basata sul «buon senso». L’ha detto ieri il primo ministro russo Vladimir Putin. «Grazie a Dio, il buon senso ha prevalso. Non vediamo alcuna estrema conclusione (nella dichiarazione)», ha detto Putin. L’altro ieri il summit straordinario di Bruxelles si era concluso con una dichiarazione che, pur condannando il riconoscimento delle Repubbliche separatiste di Ossezia del sud e Abkhazia da parte di Mosca e sospendendo le trattative per il partenariato strategico fino a completo ritiro da parte delle forze russe dalla Georgia, non ha adottato sanzioni contro la Federazione russa. Putin ha infine espresso fiducia nel fatto che piano piano altri Stati si uniranno alla Russia nel riconoscimento dell’indipendenza di Abkhazia e Ossezia del Sud dalla Georgia.