«Nella malavita in atto cambio generazionale»

«Sulla piazza di Quarto Oggiaro è in atto un ricambio generazionale». A dirlo è Angelo De Simone, dirigente del commissariato Quarto Oggiaro. La Polizia sta facendo «terra bruciata» intorno a chi controlla lo spaccio nel quartiere, e le organizzazioni criminali sono costrette «ad assoldare giovani stranieri da utilizzare come “pali” oppure prendere minori del quartiere e impiegarli come «sentinelle» per segnalare l’arrivo degli equipaggi delle forze dell’ordine», sottolinea De Simone che aggiunge: «Ultimamente sono molti infatti i minori fermati: dodici, tutti tra i 13 e i 17 anni, di cui otto finiti in manette». E tutti hanno nel loro telefono cellulare il breve video, un minuto circa, girato proprio a Quarto Oggiaro e scaricabile da You Tube. Prima una svastica poi immagini che ripropongono, con una ossessiva base musicale «hip hop» le facce, tutte di giovanissimi in pose strafottenti, le strade e le notti estreme del quartiere.