Nella morsa del caldo almeno fino a venerdì

L’afa di sera e il caldo torrido di giorno hanno allentato un poco la presa nella capitale così ieri la Protezione civile comunale non ha dovuto provvedere a distribuire acqua a turisti e romani, anche perché non sono state segnalate particolari criticità per file fuori dai musei. Ma se calano di poco le temperature permane comunque il livello 2 per il caldo per il terzo giorno consecutivo.
Il servizio di distribuzione delle bottigliette d’acqua a chi attende in fila, predisposto dalla Protezione civile comunale, è pronto ad attivarsi anche nei prossimi giorni. E ieri è continuato ad essere operativo il piano «Al mare sereni» della Protezione civile regionale per garantire la distribuzione di acqua agli automobilisti incolonnati sotto il sole, lungo le principali arterie stradali, di rientro nella capitale dalle località marine. Roma, semideserta nelle strade, ha respirato anche dal punto di vista del traffico, così i livelli delle polveri sottili sono rientrati nella norma e oggi, fanno sapere dal Campidoglio, non proseguirà il blocco della circolazione dei veicoli più inquinanti in vigore da due giorni.
Anche se le temperature sono leggermente scese, alle 14 di sabato a Ciampino e a Fiumicino si registravano rispettivamente 35 e 31 gradi, mentre ieri alla stessa ora i gradi erano 33 e 29. Resta comunque l’invito, specie per anziani e bambini, a non esporsi al sole nelle ore più calde della giornata e a ridurre l’attività sportiva nei parchi urbani.
«Le temperature nei prossimi giorni non saranno molto diverse da quelle registrate ieri, giornata in cui la massima è stata di 34 gradi con il 30-35 per cento di umidità che davano un indice di calore pari a 37-38 gradi». Gianni Roccatano di Roma Meteo fa il punto sul caldo di questi giorni a Roma. «Poco dopo le 16.30 - ha detto Roccatano - la temperatura è stata di 32 gradi con il 45 per cento di umidità e questo portava a un indice di calore pari a 38 gradi. Tra ieri e oggi c’è stata poca differenza e almeno fino a venerdì le temperature resteranno elevate, salvo qualche breve temporale nelle zone interne possibili già oggi per l’aria più fresca in quota». Per Roccatano il caldo di questi giorni non è comunque inusuale. «Statisticamente le giornate più calde dell’anno sono quelle comprese tra il 20 luglio e il 10 agosto e queste temperature non sono anormali».