Nella stessa notte la Guardia di Finanza ha fermato un automobilista di Nuoro per guida in stato di ebbrezza e possesso di cocaina

Nel sangue aveva una concentrazione di alcol quattro volte superiore al consentito: un tasso di ben 2,2 grammi per litro. Era passata da poco la mezzanotte quando L. R. ha travolto e ucciso con la sua Wolkswagen Polo Mario Parodi, operaio in pensione di 65 anni, che insieme all’amico Angelo Pelizzaro stava per risalire sulla propria auto parcheggiata in via Grecia lungo l’Aurelia, all’ingresso di Arenzano. Per il pensionato non c’è stato niente da fare. Le condizioni dell’amico sono gravissime. La donna è stata denunciata in stato di libertà dai carabinieri della compagnia di Arenzano per omicidio colposo, lesioni colpose gravissime e guida in stato di ebbrezza.
L’auto condotta dalla giovane, un’impiegata genovese di 25 anni, è piombata come una scheggia impazzita sui due sotto gli occhi delle mogli. Al momento dell’incidente i due pensionati si trovavano sulla via Aurelia a un centinaio di metri dall’ultima galleria prima del paese e si accingevano a salire sulla Ford Fiesta. La Wolkswagen li ha presi in pieno, trascinandoli per diversi metri sull’asfalto sotto gli occhi impietriti delle mogli, le uniche rimaste illese nello scontro. Pelizzaro ora è ricoverato all’ospedale San Martino di Genova con riserva di prognosi. Sottoposta al test alcolimetrico, la giovane che viaggiava insieme a un collega di lavoro, è risultata positiva con una concentrazione di alcol quattro volte superiore al lecito. Ora rischia l’arresto fino a sei mesi. Nella notte tra il 9 e il 10 agosto un’altra persona è stata denunciata per guida in stato di ebbrezza: si tratta di un operaio nuorese di 40 anni fermato dalla Guardia di finanza di Genova in via Sampierdarena. L’uomo è stato trovato anche in possesso di due grammi di cocaina ed è risultato positivo all’etilometro con un tasso alcolemico di 1,86 grammi per litro. Nella rete delle fiamme gialle sono finiti anche due motociclisti denunciati per spaccio all’imbarco dei traghetti per le isole.