Nelle edicole altri «tram» da collezione

Continua la raccolta di biglietti storici dell’Atm. Dopo l’Ottocento, anno dopo anno, nella carrellata di immagini che ripercorrono l’evoluzione del trasporto pubblico, eccoci al 1916. Altre tre vetture, altre tre foto d’epoca in vendita da oggi: un tram sperimentale, un locomotore e la motrice denominata «Tip» del 1918. Tempi di guerra in cui la Edison mise ugualmente sulle rotaie nuove vetture, regolarmente schedate e fotografate.
E ora eccoli lì, i tram immortalati a inizio secolo, sui biglietti «di lusso» pensati dall’Atm per gli appassionati che vedono nel trasporto pubblico un simbolo di Milano. Costano come gli altri, si usano come gli altri, ma non si gettano: perché ad attenderli c’è l’album in vendita presso il centro di fotografia Forma di piazza Lucrezio o all’Atm-point del mezzanino di Duomo (costo 50 euro; gli abbonati annuali avranno uno sconto del 20 per cento).
Qui sarà anche possibile acquistare i biglietti da collezione già usciti. A fine raccolta le «figurine» saranno 140. Ticket preziosi, con al posto delle solite linee arancioni immagini suggestive, dal valore di documenti. Ritratti in seppia di una Milano che non c’è più, con le rotaie in mezzo ai campi e l’orizzonte ancora libero.
E il viaggio dei collezionisti procede. Dal passato dei primi omnibus trainati da cavalli, fermata dopo fermata, in rotta verso il presente. I prossimi biglietti usciranno lunedì 26 settembre, con un balzo in avanti agli anni Venti e Trenta.