Nelle parrocchie mobilitazione on-line

Un «obbedisco» convinto quello dei parroci e dei parrocchiani romani all’indicazione di «non voto» della Chiesa cattolica sui referendum sulla fecondazione assisitita che si terranno il 12 e 13 giugno. Perché «sulla vita non si discute». Punto. Anche se poi c’è chi a discutere ci prova. O meglio, prova a spiegare «perché sulla vita non si discute». E sceglie (anche) Internet come strumento per divulgare il proprio pensiero. La rete è piena di siti di parrocchie romane dai quali scaricare manualetti per capire cos’è la procreazione assistita e quali sono i principali contenuti della legge 40 e dei referendum abrogativi o nei quali partecipare a forum di discussione. Ma di discutere c’è anche chi non ne può più. È il caso di don Vincenzo, parroco di Santa Maria in Aquiro: «Le indicazioni dei vescovi, papa Ratzinger in testa, sono chiare. Che altro c’è da aggiungere?».
ASTRELLA, GIACHETTA E RIDA A PAGINA 42