Nelle piazze le azalee per la ricerca sul cancro

Grazie a 700mila piante, gli organizzatori contano di raccogliere dieci milioni di euro

Oltre 700 mila azalee Airc «fioriranno» domani in più di 3 mila piazze della penisola e, naturalmente anche a Milano,. In occasione della Festa della mamma, infatti, l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro rilancia la tradizionale vendita benefica di piantine colorate, mobilitando oltre 20 mila volontari lungo tutto lo Stivale per raccogliere fondi da destinare all’impegno scientifico nella lotta ai tumori. Offrendo un contributo di 14 euro - ricorda una nota dell’Airc - chiunque potrà «adottare» un’azalea e contribuire alla ricerca. La donna al centro della cura è il cuore della comunicazione di Airc in occasione della giornata dedicata alla mamma - sottolinea l’associazione - La ricerca sta cercando non solo di risolvere le forme più diffuse di tumori femminili, ma si prende cura della donna nella sua complessità. Anche la pubblicazione speciale del periodico Fondamentale, che accompagna l’azalea della ricerca nelle piazze, parla dei progressi della chirurgia e dei nuovi approcci terapeutici, ponendo grande attenzione agli aspetti psicologici che interessano la donna in quanto moglie, compagna, madre e lavoratrice.
L’Airc vuole essere un valido aiuto per far conoscere alle donne quali sono gli strumenti a loro disposizione nell’affrontare un momento critico come la malattia. «Ci aspettiamo una grande partecipazione - conclude l’Airc - perchè solo così potremo garantire alla ricerca 10 milioni di euro che saranno destinati ai laboratori dove si concentrano gli studi per individuare nuovi farmaci, e per capire come utilizzare meglio quelli di cui già disponiamo, identificando le persone che ne possono trarre i maggiori benefici». L’obiettivo dell’oncologia moderna è «studiare terapie sempre più personalizzate, per poter fornire a ciascuno la possibilità di curare il proprio tumore».