Nelle strade della moda tutte pronte allo spogliarello

E vai col burlesque! Nessuna esitazione tra le milanesi: entrerebbero senza peli sulla lingua e in nessun’altra parte del corpo tra le selezionate che dal 25 marzo si mostreranno su Sky Uno in «Lady Burlesque», dieci puntate a colpi di seduzione tra balconcini e guepierre nello show che punta allo strip tease. Mentre il 18 e il 19 febbraio l’agenzia internazionale Les Vedettes presenterà il primo Milan Burlesque Award al T35 di via Tortona, le pin up in shopping al Duomo si confessano. «Certo che andrei a esibirmi nel burlesque. Che avrei da perdere? Nulla. Solo da divertirmi». Chioma color miele, Vittoria De Iuliis si indigna di fronte a una nostra obiezione morale. «Non c’è nulla di immorale in un bel corpo. Dita von Teese è splendida e non so cosa darei per avere le sue scarpe. Mi lancerei su Sky se non fossi... bè sono minorenne! Meglio star ferme. Ci sono quelli che sarebbero capaci di farci uno scandalo anche sul burlesque che è una forma d’arte. Il nostro Paese ha bisogno di più arte e meno falsi moralismi».
Niente di sconcertante per le ragazze che le loro coetanee appendano la nudità alla tv. «In video si vedono cose molto più sconce - ribatte Carlotta Monzani, 23 anni - e quando spunta una bella donna è sempre quella. Che noia! Ora è il momento di Belen e allora Belen, Belen in tutte le salse. Andrei a Sky solo per far vedere che non c’è solo lei!».
Ma cosa prova una giovane nell’insinuare la beltà in mosse e mise provocanti? «E’ un modo per liberarsi dal peso della giornata. Siamo sempre in mezzo a regole e costrizioni». Studia Economia e gestione dei Beni Culturali all’Università Rachele Di Rella, 19 anni e sguardo di velluto. «Non riuscirei ad andare davanti alle telecamere, semmai farei come Blair della serie americana Gossip Girl: uno spettacolino per pochi amici in una casa privata o in un locale. E via lo stress!».
Sabrina Turrino è una delle signorine che alla Rinascente ti spruzzano il nuovo profumo di uno stilista. Lucenti occhi verdi e 23 anni. «Il burlesque - commenta - è sensuale e divertente. Ora non posso pensarci perché ho un fidanzato geloso e sono innamorata. Mi esibirei solo per lui, però un dubbio mi rimane: cosa si prova a fare questo gioco per il pubblico? Resto col dubbio».
Spogliarsi o non spogliarsi? Libere e giocose, le donne non han dilemmi se non quelli di Patrizia De Paoli, 35 anni, impiegata. Alza i pacchi che tiene in mano: tutti per i figli. «In questo momento devo pensare solo a Pippi Calzelunghe! Ma nella vita, mai dire mai. Le ragazze che vanno in tv sono coraggiose e divertenti. Così bisogna prendere la vita». A botte di autoreggenti, che se non ti autosorreggi poi chi lo fa? Ricordando: mai giudicare, per non essere giudicati.